martedì 19 luglio 2011

On-line il primo numero della rivista "Gli Archivi del Fumetto"

Esistono innumerevoli fumetti di generi diversi, periodi diversi, provenienza geografica diversa, che in Italia sono poco conosciuti perché pubblicati poco o nulla, oppure perché realizzati tanto tempo fa e non più al centro dell'attenzione.
Un peccato, culturale e artistico.
Per cui ho deciso di fare qualcosa.
Poco e piano, nel senso che il materiale, come detto, è tanto, ed è anche difficile da reperire, e quel che si trova è spesso in brutte condizioni per cui ci vuole un lungo lavoro di restauro.
Ne parlo nell'editoriale e in una scheda all'interno del primo obiettivo raggiunto, la versione digitale del numero 1 della rivista "Gli Archivi del Fumetto", omonima del progetto di cui già parlai in questo blog, che a breve andrà anche su carta.
Il file è leggibile e scaricabile gratuitamente nel sito della casa editrice http://dte.altervista.org/archividelfumetto, dove c'è anche qualche altra informazione sulla periodicità e sull'abbonamento, oppure in http://issuu.com/dteditore.
Dopo tanta fatica è una gran soddisfazione vedere il risultato, e visto che io amo il fumetto su carta più che su schermo, ancora di più sarà vederlo stampato.
Ma il tempo non aspetta, per cui bisogna mettersi a lavorare sul numero successivo e sui volumi.
Intanto, buona lettura!
______________________

martedì 14 giugno 2011

Referendum 2011

In occasione della campagna promozionale per i 4 referendum (due sull'acqua privatizzata, uno ciascuno per nuove centrali nucleari e legittimo impedimento per le altre cariche) svoltisi due giorni fa, mi è capitato di trovare in internet un manifesto, che ho trovato molto divertente, attraente ed efficace, basato su un doppio-senso lessicale della parola "vieni" - quindi con un sottinteso erotico che si basa ed è reso esplicito dall'immagine nel manifesto.
Mi sono chiesto se l'efficacia fosse sessista, basata sul fatto che fosse una donna a essere fotografata in un momento erotico, e allora ho deciso di realizzarne una versione al maschile. Il risultato lo potete vedere assieme al manifesto ispiratore in una sotto-pagina (per aprirla basta un click qui, ma attenzione, come ho detto il gioco di parole è basato sull'erotismo, e per quanto non ci sia nudi totali o atti sessuali espliciti, le fotografie sono a sfondo erotico, quindi accedete solo se adulti), a voi decidere se è altrettanto divertente, attraente ed efficace.
______________________

lunedì 23 maggio 2011

Teatro - locandina finita

(con un click si ingrandisce)

Completata, con piccola modifica al viso del ragazzo, che deve portare gli occhiali.
Rispetto a quanto detto prima l'orario dello spettacolo è serale, ore 21 di Domenica 29 Maggio 2011, al Teatro Civico di Sinnai (CA). Venghino siori venghino! ^_^
______________________

sabato 21 maggio 2011

Teatro - locandina in costruzione

(con un click si ingrandisce)

Nuovo spettacolo teatrale per la compagnia di mio figlio, e come ogni anno gli preparo la locandina. Quest'anno la storia è ispirata alle vicende della serie di romanzi di Lemony Snicket e del film da essi tratto, "Una serie di sfortunati eventi". Nella pièce teatrale mancherà però la più piccola dei tre protagonisti, che si ridurranno a due, da cui la mia illustrazione.
Questa volta la tecnica scelta è matita di grafite, niente colore, niente aggiunte digitali, niente combinazioni di tecniche. Seguirà l'impaginazione.
Lo spettacolo è previsto al Teatro Civico di Sinnai (CA) il 29 Maggio 2011, verso le ore 19, accorrete numerosi.
______________________

venerdì 15 aprile 2011

Loro Disegnano e Cucinano!!!


Ci sono delle idee che invidio per non averle avute io. Non sono tante: la creazione di qualche personaggio dei fumetti, l'aver scritto qualche storia. Una idea che invidio è quella su cui si basa il sito They Draw & Cook - http://www.theydrawandcook.com/. Si tratta della raccolta di elaborati grafici di forma rettangolare, spazio in cui un artista deve descrivere una ricetta di cucina a suo piacere. I contributi sono aperti, basta realizzare l'elaborato e inviarlo, che siate artisti noti o no, da qualunque parte del mondo.
Le ricette vengono raggruppate a sei a sei per argomento (vegetariane, su un ingrediente, per provenienza geografica, per realizzatori come quelle provenienti da una classe di una scuola di design del Kent State).
Far scorrere quelle creazioni è un piacere per gli occhi, e sicuramente a un certo punto vi troverete anche incuriositi da qualche ricetta, se siete bravi in cucina vi verrà voglia di provarla, se siete bravi con la creatività vi verrà voglia di contribuire al sito.
Buona visione del sito (per arrivarci usate il link dentro al testo - le immagini qui sotto le potete ingrandire con un click).



______________________

giovedì 14 aprile 2011

Ivan "Hurricane" Manupelli

Mi piace molto la creatività di Ivan "Hurricane" Manupelli, il suo stile di disegno con le radici ben piantate nell'arte dei maestri dell'underground statunitense, la sua vena organizzativa nell'auto-editoria.
Parlai di una delle sue creature, la rivista "Puck", in questo post di due anni fa. La rivista è l'erede dell'altrettanto bellissima rivista "The artist", precedente sua creatura.
Riparlo oggi di lui per segnalarvi il suo blog "Processate le visioni" (che ha anche una colonna sonora automatica, sentirete) in cui, tra le altre cose, parla della sua attuale collaborazione con la rivista "Frigidaire", che trovate in edicola, in cui è pubblicato con illustrazioni e un fumetto dal titolo "I nuovi partigiani". Sapendo che si parla di "underground style" avrete capito che i contenuti sono... "graffianti", sì, mi pare l'aggettivo adatto.
Buona lettura.
______________________

venerdì 8 aprile 2011

Fumetti in film.

Ho da sempre affermato che una trasposizione fedele di un fumetto in forma di film è possibile.
Addirittura affermavo la possibilità della trasposizione totale, letterale.
C'era chi lo dichiarava impossibile, sino a SinCity.
Il risultato è la conferma che è solo questione di volontà.

Ci sono fumetti che sono realizzabili anche con una storia differente da quella del fumetto che si vuole proporre con attori, e questo vale per i fumetti seriali, soprattutto quelli senza una stretta "continuity". L'importante in questo caso è mantenere intatte l'estetica e la caratterizzazione dei personaggi protagonisti e dell'ambiente in cui vivono le avventure. Tanto per dirne uno, Tex e i suoi pards, o Green Lantern, devono essere rispettati, ma la storia può anche essere originale.

I seriali con la "continuity" stretta invece andrebbero trasposti mantenendo il più possibile la fedeltà agli eventi narrati nella serie a fumetti, oltre che all'estetica e alle caratterizzazioni. Variazioni che consentano di "limare" qualche eccesso - per esempio, la capacità di un personaggio di inventare e costruire un apparecchiatura tecnica che neppure un esperto scienziato o ingegnere avrebbe potuto creare. Questo vale per i personaggi Marvel "classici", anche se ora che esiste un multiverso Marvel (cosa per cui la DCcomics era criticata, e invece guarda dove siamo arrivati!) la fedeltà a una versione non è più così fondamentale, tanto di una nuova, ennesima versione si tratterebbe.

Ci sono infine i fumetti che secondo me dovrebbero essere trasposti letteralmente, mantenendo persino i dialoghi, e questo vale per esempio per CortoMaltese, o Blueberry, o Love&Rockets. Storie che vanno rispettate totalmente, e che se modifichi, beh, non è più quella storia. Per me questo non vale solo per i fumetti, vale anche per la letteratura scritta, o per un testo teatrale (anche se in questo caso magari può cambiare il "tono" della recitazione).

Qualcuno mi oppone il concetto che in questo ultimo modo il regista non è più un artista, non ha la possibilità di dare il suo tocco personale. A mio parere il fatto di riuscire a fare la trasposizione, e non una versione, è un elevato pregio artistico. Nel momento in cui ha fatto una versione, il regista non ha avuto rispetto di quello che ha voluto mettere sullo schermo, è come se avesse dichiarato che l'originale può essere migliorato, e quello che lui ha fatto, per conseguenza logica, è un miglioramento.

La mia opinione è che, se devi fare cambiamenti, crea qualcosa di tuo, ispirato ma originale. Altrimenti non sei da meno del produttore, il cui unico scopo è fare soldi e che usa il nome di quel personaggio noto perché sa che è un richiamo sicuro per gli spettatori che amano, o anche solamente conoscono, quel personaggio. Lui, produttore, è giustificato, tu, regista, no.

La maggior parte della produzione filmica anche recente però si allontana dal materiale d'origine, modifica le storie e gli eventi, anche l'estetica e la caratterizzazione.
Sino a qualche tempo fà questo mi rattristiva, poi ho ragionato. La mia nuova visione è simile al pensiero di Alan Moore, che in sostanza dicono che una cosa è il fumetto, una cosa è il film - o realizzazione con un altro medium.
Per quanto il nome del personaggio sia lo stesso, le due opere sono indipendenti.
Sono andato oltre, e mentre un tempo vedere la versione filmica di un fumetto era un indice di credibilità, un incremento del realismo - e anche un aumento della positiva percezione popolare del Fumetto - per cui era un pregio che venisse realizzata una versione con attori, ora non lo è più, proprio perché le due realizzazioni sono indipendenti, e non mi importa di quel che viene realizzato e di come viene realizzato.

Certo rimane l'amaro per cose che hanno rovinato la concezione generale, popolare, di alcuni personaggi e dei generi, e addirittura del Fumetto stesso. Penso alla serie tv "Batman" degli anni '60, che ha costruito, o comunque amplificato, la visione di quel personaggio e in generale del genere supereroistico - e in generale del Fumetto - come di qualcosa di risibile, per bambini, se non per minorati.
Ma non fa niente, non per questo smetterò di essere appassionato della più bella forma di espressione creata dagli esseri umani.
______________________

giovedì 7 aprile 2011

File di tavole originali

"File" dovete leggerlo in inglese. Parlo infatti della possibilità di salvare nel vostro HD o DVD delle scansioni in grande formato di tavole originali a fumetti, prevalentemente di grandi autori statunitensi. Per poterlo fare andate nel sito della Heritage Auctions, una casa d'aste che, tra le varie cose, ha un settore dedicato al Fumetto, sia con la vendita di albi e riviste, sia con la vendita di tavole e illustrazioni. I prezzi spesso sono tanto alti, quindi gli acquisti possibili non sono tanti, ma il pregio del sito è che ogni scansione è ingrandibile sino a ottenere una immagine di grandi dimensioni. Un vero piacere per gli occhi!!!
Anche perché l'appassionato di Fumetti avrà la possibilità di vedere le caratteristiche del disegno e dell'inchiostrazione, magari anche vedendo da vicino e senza la distrazione del colore come inchiostratori diversi abbiano lavorato sui disegni a matita di uno stesso artista.
I nomi, come dicevo, sono famosi e di tutti i periodi, generi e stili: Alex Toth, Steve Ditko, Mort Walker, Jack Kirby, Neal Adams, Charkles Shultz, Bernie Wrightson, Disk Sprang, Wally Wood, Dave Sim, Jaime Hernandez, Gene Colan (per tornare all'esempio delle inchiostrature differenti, con le chine di Tom Palmer, Dan Adkins e Frank Springer), JosèLuis GarciaLopez, Jerry Grandenetti, Guido Crepax, etc etc etc.
L'indirizzo dell'asta più recente è http://comics.ha.com/common/search_results.php?Ne=1058&N=52+793+794+791+1893+792+2088+1067&ic=homepage_browse , che contiene una lista verticale di tavole con la riproduzione piccola.


Per visualizzare gli ingrandimenti fate click sulla piccola immagine della tavola e passerete alla pagina dedicata a quell'asta specifica, in cui troverete una immagine un poco più grande.


Facendo click su di essa verrete portati verso il basso della pagina internet, dove c'è la stessa tavola con un comando sopra di essa che dice "Turn off pan-and-zoom images" che dovrete premere sennò potrete solo spostarvi lungo l'ingrandimento ma non potrete scaricare il file, visto che ci troviamo in una visualizzazione del programma Flash.


Dissativato il "pan-and-zoom" - vedrete che la scritta si è trasformata in "Turn on..." - dovete schiacciare il nuovo tasto comparso subito sotto, in cui una lente di ingrandimento è affiancata dalla scritta "Look closer".


A questo punto si aprirà una nuova finestra in cui la scansione gigante della tavola vi verrà mostrata e voi, col tasto destro del mouse, potrete salvare il "file".
Qui sotto una porzione della tavola di RobertCrumb, nell astessa dimensione in cui è scaricabile:


Quando la cercherete in futuro entrate nella sezione "Original comic art", perché credo che il link che ho riportato in alto cambierà con la prossima asta.
Ora a voi, andate a "caccia" delle tavole che vi interessano, armati anche di pazienza - ce ne sono tante! - e rimpinguite il vostro hard-disk.
Buona visione.
______________________

mercoledì 6 aprile 2011

E' on-line "Continua..." n.7!

[con un click ingrandisci l'immagine]

E' on-line il numero 7 di “Continua...”, rivista mensile digitale e gratuita di e sui fumetti, costituita da 24 pagine piene di avventura e sentimento.
In allegato l'immagine della copertina.

I contenuti di questo numero:
Fumetti:
-Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato (di Daniele Tomasi)
-DebbieDillinger (di Calvaruso-Rizzo-Scalmani-Tomasi)
-Grimorius (di Benotto-Pavan-Tomasi)
-SuperPro: Venerdì 17 (di Mocci-Usai-Tomasi)

Rubriche:
-seriali sul serio: Trinetra (di Cesare Giombetti)
-l'universo del Fumetto: ComixComunity (di Daniele Tomasi)

la rivista è leggibile on-line all'indirizzo http://issuu.com/dteditore/docs/continua007 (ma qui sotto riporto il visualizzatore, per cui lo potete leggere anche qui)
e si può scaricare senza registrazione (issuu.com la richiede) da http://dte.altervista.org/continua

E per i commenti scrivete a dteditore@gmail.com .

Buona lettura, e appuntamento al 30 Aprile col numero 8 di "Continua..."!!!

______________________

martedì 29 marzo 2011

Zizì, illustrators collective

Io ho una passione per le donne, e una passione per le illustratrici, e una passione per le persone attive.
Il sito che segnalo è il blog di cinque persone che rientrano in tutte queste categorie, cinque ragazze che hanno fatto studi artistici, iniziato una carriera da illustratrici - ma forse dovrei scrivere "creative", visto che realizzano anche altre cose - , creato un collettivo tra loro per supportarsi a vicenda nel proprio percorso professionale, realizzato un blog e un sito "altruisti".
Anche per questo mi hanno colpito, non solo perché sono semplici e belli, ma perché nel sito si parla di loro solo in una specifica pagina per ciascuna - in cui vien mostrato un portfolio - e descritto il collettivo mentre in un'altra si tiene una sorta di diario delle attività.






Invece la home-page del sito, normalmente aggiornata una volta al mese, parla di altri artisti, cioè suggerisce un/una artista di qualunque parte del mondo, indicandone il blog per vederne le opere. Talora l'aggiornamento viene fatto anche due volte al mese se, magari, c'è da segnalare una manifestazione.
Il loro blog, invece, è aggiornato più spesso e con le stesse finalità della home-page del sito, parlare di eventi e artisti che colpiscono la loro fantasia e quella del visitatore.
Per accedere al sito del collettivo, che risponde al nome simpatico di Zizì, basta andare all'indirizzo http://www.zizicollective.com, con un semplice click sul logo in alto, per accedere al blog invece fate click qui sotto e arriverete a http://zizicollective.blogspot.com/.
Buona visione.
______________________

lunedì 28 marzo 2011

Cartoon Brew, informazione sul mondo dell'Animazione

Un altro blog interessante, di tipo informativo dato che aggiorna su eventi, nuovi e vecchi, legati all'arte dell'Animazione, è Cartoon Brew - http://www.cartoonbrew.com/ - Oltre che essere ricco di informazioni e di documenti, sia scritti che visivi, come video di interviste e filmati di animazioni - di ogni genere, dal disegno alla plastilina alle marionette al CGI - contiene una sezione Vimeo che raccoglie e divulga dei cartoons brevi di autori indipendenti e studenti di scuole d'animazione. Qui sotto ne inserisco uno - stupendo come tutti gli altri - per vederli tutti andate al sito http://vimeo.com/cartoonbrew. Buona visione.

Death Buy Lemonade from Cartoon Brew TV on Vimeo.

______________________

domenica 27 marzo 2011

Hans Bacher, production designer

Ci sono dei siti, dei blog, che sono fonte di ispirazione artistica, che parlano non solo delle realizzazioni dell'autore ma anche di quelle che sono le proprie ispirazioni e ciò che di visivo gli/le piacciono, senza trastullarsi con critiche o chiacchiere sul mondo. E' in fondo la finalità che ho dato a questo mio blog.
Oggi ve ne voglio segnalare uno di un production designer che ha lavorato alla Disney Animation per anni, ma anche per altre case cinematografiche e che ora insegna in una università a Singapore, lui si chiama Hans Bacher, il blog si chiama One1more2time3's Weblog. Per accedervi fate clik sul nome o sull'immagine in alto. L'archivio è ricchissimo di materiali, per cui la quantità di roba da visionare è tantissima ed eterogenea.
Ha anche pubblicato un libro sulla sua pluriennale attività, "titolo", di cui vedete qui sotto la copertina. Se ci fate click sopra vi troverete nell'anteprima di Amazon che vi permette di vedere una porzione del libro - una 20ina di pagine - che vi dimostrerà quanto è bravo Hans Bacher nel suo lavoro. Nella parte a sinistra della schermata c'è il carrello per l'acquisto, consigliatissimo.
Buona lettura e buona visione.

______________________

sabato 26 marzo 2011

Fumetti digitali da comprare on-line

Io amo leggere i fumetti su carta, non su schermo. Sullo schermo magari mi piace vedere un ingrandimento di una tavola, l'anteprima di una nuova pubblicazione. In effetti su schermo non mi piace neppure leggere gli articoli. Ciò nonostante il fumetto digitale esiste, e questa forma è quella che può portare a un incremento della sua visibilità. E d'altronde, la realizzazione di "Continua..." è basata anche su questo principio: assaggia in digitale e poi goditelo su carta.
Proprio per aumentare la visibilità dei fumetti di micro-editori e auto-editoria vi segnalo questo sito in cui si vendono fumetti in pdf a prezzi contenutissimi: http://theillustratedsection.com/ Fumetti in lingua inglese dai temi e gli stili più svariati. Ho appena visto l'anteprima (la maggior parte dei prodotti ha 3-4 pagine da guardare per scegliere) di "The adventures of Bernard the world destroyer" di Skottie Young, di "Where the rainbow ends" di Carsten Bradley, e "Red's planet" di Eddie Pittman, tutti molto interessanti. Ci sono anche libri illustrati e art-book.
Frugate, credo che qualcosa che vi piaccia lo troverete.
Esiste comunque la versione cartacea dei vari prodotti, e frugando nei siti degli autori troverete come fare per acquistarli.

______________________

domenica 20 marzo 2011

Il mio font personale!!!

Ah, finalmente l'ho finito. Ho realizzato il mio font personale per il lettering dei fumetti!!!
L'ispirazione principale è stata questa (l'autore dovrebbe essere Sam Rosen), uno dei lettering più belli (non parlo di lettering particolari come quelli caratterizzati per personaggio, tipo in "Pogo" di Walt Kelly o "Asterix" di Goscinny/Uderzo, ma di lettering "tipico/generale)"), a mio parere:
(un click sull'immagine per ingrandire)

Punto di partenza è stato il font per fumetti più bello che abbia trovato, tra i freeware e gli shareware disponibili in internet, "Balloon Lettering" di W.Allen Motgomery (1997) - chi lo volesse può scaricarlo da qui http://www.fontyukle.net/en/Balloon+Lettering.ttf - e che avevo usato fino a oggi. Ecco come risulta applicato a un testo riempitivo di inDesign:
(un click sull'immagine per ingrandire)

Ognuna delle sue lettere l'ho modificata sia nella versione regolare che in quella grassetto-corsivo, e il risultato è qui visibile, applicato allo stesso testo di sopra:
(un click sull'immagine per ingrandire)
Del maiuscolo regolare ho creato anche una versione più sottile, chissà se servirà mai. Il minuscolo invece non l'ho praticamente modificato, se non per spaziature e qualche particolare limitato.
______________________

sabato 19 marzo 2011

Comandante Mark - 1


(Un click sulle immagini per ingrandire.)


Un mio amico, Mauro Giordani, esperto di Fumetto italiano e francofono e autore di vari libri monografici su diversi personaggi famosi quali Diabolik, Tex, Blek Macigno e tanti altri, mi ha inviato questa immagine.
Si tratta della colorazione e impaginazione di una mia illustrazione fatta tanti anni fa (il tempo passa, purtroppo ^_^) assieme ad altre 3 illustrazioni e 12 tavole di tre personaggi per propormi come disegnatore alla Bonelli (per chi è curioso di sapere come andò, una dirigente al telefono mi disse che mi avrebbe inviato delle pagine di sceneggiatura per fare una prova su Zagor, ma poi non mi inviarono nulla).
I tre personaggi erano Nathan Never, Nick Raider e Comandante Mark, del quale condivido la passione con Mauro.
Questa illustrazione, così come le tre tavole su questo personaggio, erano la mia rivisitazione della copertina e di alcune pagine della storia pubblicata sul numero 104 della serie.
Ora Mauro l'ha colorata e impaginata (rivedendola un poco, come vedete io avevo inserito anche titolo e testata col nome del personaggio con una diversa disposizione) e il mio ego ne ha giovato molto ^_^ Grazie Mauro!!!
______________________

lunedì 14 marzo 2011

Scuole nel mondo: The Animation Workshop

In Danimarca c'è una scuola di Animazione, si chiama The Animation Workshop, e ha un suo sito che potete raggiungere con questo link: http://www.animwork.dk/en/. La pagina è in inglese, ma ovviamente c'è anche in danese. Si fa formazione non solo dal punto di vista artistico ma anche da quello commerciale. Come scrivono nella presentazione "è più che una scuola". Oltre che nel sito ci sono 39 video nella pagina http://vimeo.com/viborganimation, tutti elaborati d'esame finale degli studenti. Tantissimi stili, tantissimi approcci al racconto, tantissime filosofie, tutti bellissimi, e, come piace a me, fonte di ispirazione per creare qualcosa. Qui sotto uno dei 39:

The Saga Of Biorn from The Animation Workshop on Vimeo.

______________________

domenica 13 marzo 2011

ZOO le mag, bimestrale francese di informazione sul Fumetto

Per chi sa leggere in francese (beato lui, io prima o poi mi ci dedicherò per imparare) e sia interessato al fumetto d'oltralpe e in generale, consiglio la lettura di un periodico di informazione, ZOO le mag, di cui sotto potete leggere on-line l'ultimo numero.
Si trova su issuu.com dal n.17, ma nel suo sito-blog sono disponibili tutti i numeri in formato pdf, per la precisione a questa pagina http://www.zoolemag.com/2009/11/lire-le-magazine-zoo.html. Ovviamente, per essere gratuita, è farcita di pubblicità, ma essendo solo sul Fumetto (pubblicazioni, festival, punti vendita) è persino piacevole da vedere.
La rivista esiste anche in versione cartacea, distribuita nelle librerie, nelle università, nelle manifestazioni sul Fumetto, e si può ricevere a casa con abbonamento annuale (sei numeri, è un bimestrale).
Buona lettura.

______________________

Manifestazioni sul Fumetto - 7 - Small Press Expo 2011

Nei giorni Sabato 10 e Domenica 11 Settembre 2011 si svolge in Maryland (USA) la "Small Press Expo", annuale manifestazione sul Fumetto a tiratura ridotta, con centinaia di editori e autori con un proprio stand, e un nutrito programma di conferenze e dibattiti.
Per informazioni maggiori andate nel sito ufficiale, partendo da questa pagina http://www.spxpo.com/about.
Poi frugate tra i link nella colonna a sinistra, partendo da "Programming" che vi descriverà (per ora c'è quello dell'anno scorso e dei precedenti in link secondari, ma presto sarà aggiornato) il gruppo di eventi da seguire.
Notate, per quanto riguarda gli anni scorsi, la ricchezza culturale della manifestazione.
Consigliatissima!!!
______________________

sabato 5 marzo 2011

E' on-line "Continua..." n.6!!!

[con un click ingrandisci l'immagine]

E' on-line il numero 6 di “Continua...”, rivista mensile digitale e gratuita di e sui fumetti, costituita da 24 pagine piene di avventura e sentimento.
In allegato l'immagine della copertina.

I contenuti di questo numero:
Fumetti:
-Muscoli (di Daniele Tomasi)
-DebbieDillinger (di Calvaruso-Rizzo-Scalmani-Tomasi)
-Aquila (di Loriga-Pili-Tomasi) - ULTIMA PUNTATA
-Grimorius (di Benotto-Pavan-Tomasi)

Rubriche:
-seriali sul serio: tavole domenicali di "Flash Gordon" - 2 (di Cesare Giombetti)
-autori del Fumetto: Rumiko Takahashi (di Daniele Tomasi)
-vocabolario del Fumetto (di Daniele Tomasi)

la rivista è leggibile on-line all'indirizzo http://issuu.com/dteditore/docs/continua006 (ma qui sotto riporto il visualizzatore, per cui lo potete leggere anche qui)
e si può scaricare senza registrazione (issuu.com la richiede) da http://dteditore.altervista.org/continua

E per i commenti scrivete a dteditore@gmail.com .

Buona lettura, e appuntamento al 30 Marzo col numero 7 di "Continua..."!!!

______________________

giovedì 3 febbraio 2011

I fumetti della MTV

La MTV fa fumetti. Articolo con intervista allo scrittore: http://geek-news.mtv.com/2011/02/01/mtv-comics-exclusive-outlook-cheerful-for-tony-lees-the-gloom/ I disegni sono attraenti, chissà le storie. Leggeremo.
______________________

Pubblicità

Ci facciamo pubblicità. ^_^
______________________

Gli Archivi del Fumetto

"Gli Archivi del Fumetto" è il nuovo progetto editoriale della DTE che si sta concretizzando poco a poco. Una rivista quadrimestrale e tanti volumi per una edizione italiana di tanto fumetto internazionale di tanto tempo fa. Ogni prodotto può essere comprato singolarmente ma con l'abbonamento annuale si hanno grossi sconti. Per maggiori informazioni ecco un link: http://dte.altervista.org/archividelfumetto e dove c'è a disposizione una prima bozza della rivista.
______________________

mercoledì 2 febbraio 2011

Visualizzare o salvare? Entrambi!!!

issuu.com consente una rapida e ottima visualizzazione on-line delle riviste, che è accessibile a chiunque visiti il sito. E' possibile anche inserire la rivista nel proprio sito o blog, come vedete sotto. Però per salvare i file bisogna iscriversi, registrarsi e fare il log-in. Poiché questo potrebbe essere noioso per qualcuno ho deciso di non abbandonare il sistema precedente, e neppure di interrompere questo, molto utile per chi voglia solo leggere senza salvare (o salvare in un secondo tempo). Ho quindi caricato anche nel sito della casa editrice le nuove versioni, per cui chi vuole scaricare più liberamente che in issuu.com può andare in http://dte.altervista.org/continua e con un click sulle copertine potrà scaricare i vari numeri. Buona lettura.
______________________

martedì 1 febbraio 2011

E' on-line "Continua..." n.5 !!! E tante novità!!!

[con un click ingrandisci l'immagine]


Anche il numero 5 di "Continua..." è on-line!!!

L'annuncio ha qualche giorno di ritardo (la rivista è pronta dal 30 Gennaio), tempo utilizzato per le questioni accessorie alla rivista e al nuovo progetto della DTE, annunciato nell'editoriale dello scorso numero, ossia:

- trasferimento di tutti i numeri di "Continua..." su Issue.com, piattaforma internet ricchissima di riviste di tutti i generi e le lingue che vi possano venire in mente, e libri, giornali, brochure, locandine, persino depliant pubblicitari dei supermercati, c'è il rischio di perdersi, ma è un sistema di distribuzione probabilmente più efficace (spero) e con un visualizzatore molto pratico e potente, provate, andate alla pagina http://issuu.com/dteditore/docs/continua005 e leggete la rivista;

- il trasferimento è stato preceduto da un miglioramento della qualità delle immagini (più Kbyte, insomma, per cui altro tempo impiegato per la lavorazione dei file) per cui chi volesse riscaricare i numeri precedenti a maggior risoluzione vada alla pagina http://issuu.com/dteditore che trova tutti e cinque i numeri della rivista;

- come detto nell'editoriale di questo numero, si avvicina il momento della chiusura di "Aquila" e quindi di pensare alla realizzazione della versione su carta, e questo ha significato preparare una pagina per gli ordini e i pagamenti tramite PayPal, pagina che trovate qui http://dte.altervista.org/continua;

- e come detto nell'editoriale del numero precedente, il nuovo progetto editoriale, "Gli Archivi del fumetto", scalpita per venire alla luce, e dato che anche questo necessita di essere prenotato con gli abbonamenti ecco la pagina per la presentazione e l'abbonamento alla rivista, http://dte.altervista.org/archividelfumetto.

Questo è tutto, ora correte ai vari link, leggete, scaricate, stampate, abbonatevi, ordinate, che leggere fumetti fa bene, soprattutto quelli fatti da me ^__^.
E per i commenti scrivete a dteditore@gmail.com.

Buona lettura, e appuntamento al 28 Febbraio col numero 6 di "Continua..."!!!
______________________